Depurazione dell’organismo. Come eliminare le tossine con lo Stile di Vita Alimentare e gli Integratori consigliati

L’alimentazione occidentale è ormai da anni caratterizzata dal massiccio consumo di cibi industriali e dall’abuso di alimenti a base di cereali raffinati. Al loro interno, infatti, si trovano spesso additivi chimici, residui di fertilizzanti, pesticidi, metalli pesanti ed altre tossine. Questi possono facilmente accumularsi nell’organismo e favorire l’insorgenza di numerosi disturbi a carico dell’apparato digerente e degli organi “filtranti”, come il fegato e i reni. Risulta oltremodo opportuno la depurazione dell’organismo e seguire una dieta meno raffinata e più ricca di sostanze naturali, che consenta di eliminare le tossine accumulate e favorire la depurazione dell’organismo.

Quando è necessario depurare l’organismo

Il corpo invia continuamente dei segnali che dovrebbero far riflettere sul proprio stato di salute e sulla necessità di ricorrere alla depurazione fisiologica. Tuttavia, l’intossicazione sistemica è una condizione subdola, che può nascondersi dietro disturbi apparentemente comuni, come ad esempio:

  • problemi intestinali (diarrea, stitichezza, Leaky Gut Syndrome);
  • mal di testa frequenti;
  • stanchezza cronica;
  • problemi cutanei (acne, dermatite atopica, psoriasi o eczema);
  • nausea e acidità di stomaco;
  • alitosi;
  • squilibri ormonali;
  • sbalzi d’umore e stati pseudodepressivi;
  • sovrappeso e accumulo di grasso addominale.

Ovviamente, non occorre aspettare che si manifestino tali sintomi per iniziare una dieta depurativa. I maggiori benefici, infatti, si ottengono attraverso la prevenzione.

Come depurare l’organismo attraverso lo stile di vita alimentare e l’integrazione

Per depurarsi in modo efficace è fondamentale evitare tutti gli alimenti responsabili dell’accumulo di tossine nell’organismo. Pertanto, è preferibile seguire una dieta alcalina ricca di frutta e verdura di stagione, ma povera di cibi industriali, zuccheri, proteine e grassi animali. All’interno di un ciclo depurativo classico, della durata di 3 settimane, occorre:

  • eliminare zucchero, dolcificanti e bevande zuccherate;
  • ridurre l’apporto di sale;
  • non mangiare carne conservata (salumi, insaccati, carni in scatola);
  • evitare latticini e grassi animali;
  • eliminare cibi industriali e cereali raffinati;
  • non assumere caffè e alcolici;
  • incrementare il consumo di frutta a metà mattina e verdura ai pasti, possibilmente di origine biologica;
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno in modo da favorire l’espulsione delle tossine;
  • assumere un bicchiere d’acqua e succo di limone durante i pasti;
  • effettuare pasti leggeri ed evitare la frittura o la cottura ad alta temperatura;
  • aumentare il consumo di olii vegetali estratti a freddo, come l’olio d’oliva, di lino o di canapa;
  • assumere degli integratori per la depurazione dell’organismo.

Gli integratori da affiancare alla dieta depurativa

Per aumentare il potere disintossicante di questa dieta è consigliabile assumere degli integratori naturali per la depurazione dell’intestino, del fegato e dei reni. Seguendo il protocollo ideato dalla Dott.ssa Hulda Clark si può iniziare dalla pulizia intestinale assumendo uno o più integratori a base di Mallo Verde, Artemisia, Aloe Ferox e Chiodi di Garofano, quattro sostanze dalle spiccate proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.
Per il fegato si utilizzano invece i classici integratori di Cardo Mariano, Tiglio e Fumaria, che svolgono un’azione depurativa a livello degli epatociti e dei dotti biliari.
Infine, si passa alla depurazione dei reni con prodotti a base di Betulla, Uva Ursina, Verga d’Oro e Bardana, che favoriscono il drenaggio dei fluidi corporei e migliorano la funzionalità delle vie urinarie.

Benefici ed effetti collaterali della depurazione

La depurazione periodica può migliorare lo stato di salute generale dell’organismo e alleviare i sintomi di alcune patologie grazie all’azione sinergica fra la dieta alcalina e l’integrazione di sostanze naturali detossificanti. Durante la depurazione, tuttavia, è possibile sviluppare la cosiddetta reazione di Herxeimer, ovvero l’esacerbazione della sintomatologia infiammatoria dovuta proprio all’espulsione delle tossine. Tali crisi sono del tutto fisiologiche e si risolvono nell’arco di 2-3 giorni, pertanto non devono destare preoccupazione.
Ricordiamo, infine, che in general e ed in particolare in presenza di particolari patologie è necessario rivolgersi al proprio medico curante prima di assumere qualsiasi integratore.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Ricorda che iniziando la navigazione nel sito, o scorrendo la pagina, accetti automaticamente le condizioni indicate nell'informativa. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi