Pancia gonfia?Stop a coliche e gonfiori

Stop a coliche e gonfiori

A tutti può capitare di soffrire occasionalmente di pancia gonfia, coliche intestinali e infiammazioni; ancora più comuni sono i momenti di stipsi, o anche semplicemente quella spiacevole sensazione di gonfiore addominale. Invece di ricorrere a farmaci lassativi, si può provare a fare ricorso a qualche semplice accorgimento o rimedio naturale. Alcuni di questi suggerimenti si possono tranquillamente mettere in pratica ogni giorno, altri invece possono essere seguiti in caso di problemi particolari.

Alcuni principi generali

Vale la pena ricordare qualche nozione di base, anche se dovrebbero non essere una sorpresa.

  • Cibarsi in modo vario e sano, con molta verdura e frutta;
  • Fare una vita attiva, con un po’ di movimento ogni giorno;
  • Non farsi mai mancare la fibra.

Detto questo, vediamo alcune proposte per prevenire o porre rimedio a parecchi disturbi intestinali.

Bere molta acqua

L’acqua ci fa bene e ci serve sempre, ma in particolare per evitare che il contenuto dell’intestino diventi troppo duro e causi infiammazioni locali quale conseguenza del rallentato transito intestinale. Da preferire le acque ricche di magnesio, e quelle alcaline. Meglio bere l’acqua rigorosamente naturale a temperatura ambiente, e prima di mangiare, in modo che giunga agevolmente all’intestino e lo idrati adeguatamente. Molti hanno visto dei miglioramenti notevolissimi con il semplice accorgimento di bere due bicchieri d’acqua la mattina appena alzati, prima di colazione ed un paio durante la mattinata.

Bere limonata

Meglio dell’acqua? Sì, è possibile: è la limonata. Non zuccherata, a temperatura ambiente, o meglio tiepida, all’incirca il succo di mezzo limone per bicchiere d’acqua. Il limone ci fa bene come disintossicante in generale , e in più stimola l’intestino pigro. Infine ha un effetto leggermente alcalinizzante.

La sera, preferire una minestra

Continuando con i cibi liquidi, la sera è da preferire iniziare il pasto sempre con una minestra di verdure o una zuppa. Una cena leggera aiuta; invece mangiare cibi pesanti, lenti da metabolizzare, proprio poco prima di andare a letto, di certo non vivacizzerà il metabolismo. Un suggerimento aggiuntivo è provare un brodo di miso giapponese, che deriva dalla soia gialla. Si tratta di un cibo alcalinizzante che mangiato qualche volta la sera aiuta a sgonfiare la pancia, e a ripulire l’intestino.

Sostituire il latte

Il latte vaccino è pesante e il lattosio può irritare l’intestino. Si può provare a sostituirlo con il latte di capra o anche con quello di miglio, avena, cocco o di mandorle … preferibilmente non zuccherato.

Accettare i ritmi naturali

Molti trovano che l’intestino è un organo abitudinario. Cercare di assecondarlo è molto meglio che pretendere che “esegua” a comando. Si può quindi cercare di rispettare un momento della giornata, preferibilmente al mattino. Inoltre, se quando arriva lo stimolo si rimanda, perché in quel momento non si ha tempo, una probabile conseguenza è che l’intestino si impigrisca ulteriormente.

Prendere i probiotici

Se ci si trova in un momento di particolare difficoltà, allora si può potenziare la flora intestinale. Questa misura è consigliabile anche quando si prendono antibiotici, si è indeboliti per un motivo o per l’altro, si viene da un periodo di uno stile di vita irregolare. Sono da prediligere quelli con almeno un miliardo di batteri; prenderne una dose la mattina a digiuno, con un bel bicchiere d’acqua naturale.

Un breve digiuno

Se abbiamo appena fatto un paio di giorni di stravizi, e nient’altro funziona, possiamo prenderci una piccola pausa. Il troppo cibo, infatti, sta fermentando nell’intestino, mandando in circolo tossine e gonfiandoci la pancia. Prendiamo invece, per cena, centrifugati di verdura o frutta, così avremo vitamine e sali minerali e assumiamo una tisana tiepida senza zucchero prima di coricarti.

Semplici e naturali

Insomma, questi consigli sono tutti molto semplici e naturali, ma funzionano. Anzi, forse è proprio per questo che funzionano! Non resta che provarli, la prossima volta che abbiamo dei problemi intestinali.

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Ricorda che iniziando la navigazione nel sito, o scorrendo la pagina, accetti automaticamente le condizioni indicate nell'informativa. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi